Crescono i disservizi aerei: i passeggeri delle low cost i più colpiti

Lo studio dei disagi di ItaliaRimborso che hanno colpito i passeggeri aerei nel corso del 2022 e dell’estate 2023. Buone notizie da parte di Aeroitalia

Scioperi, ritardi, cancellazioni: gli ultimi mesi – dopo il Covid – non sono stati tempi facili per i viaggiatori aerei. E l’impressione che viaggiare sia diventato più complesso è supportata da dati concreti. Il 2022 è stato l’anno più problematico, ma le difficoltà si sono protratte anche durante i mesi estivi di quest’anno.

Stando alle informazioni sugli scali aeroportuali diffuse da Assaeroporti e ai dati sul traffico aereo delle compagnie certificati da ENAC e analizzati da ItaliaRimborso, i disservizi registrati tra il 2022 e l’estate del 2023 sono maggiori per numero ed entità a quelli riscontrati nel 2019 (ultimo anno utile alla valutazione, considerata la netta diminuzione di traffico aereo del biennio 2020/21).

Nel 2022 disagi per 175 milioni di euro

Sono ben 700.000 i passeggeri che avrebbero la possibilità di ottenere un rimborso aereo o un risarcimento in base a quanto previsto dal Regolamento 261/04 e alla Convenzione di Montreal, per un totale di 175 milioni di euro richiedibili per i disagi provocati dalle compagnie aeree nel 2022, dai quali si escludono dal conteggio gli scioperi che, seppur hanno causato problemi a milioni di passeggeri, non prevedono l’esborso della compensazione pecuniaria da parte del vettore. Nel 2019 i passeggeri colpiti da disservizi erano stati 400.000 e il totale dei rimborsi richiedibili si attestava attorno ai 95 milioni di euro. Nell’ultimo anno, dunque, i problemi sono quasi raddoppiati.

Su un campione di 50.000 segnalazioni e 15 compagnie aeree, nel corso del 2022 si sono registrati disservizi risarcibili su quasi 4.000 tratte aeree differenti. Tra i disagi più frequenti troviamo voli in ritardo di oltre 3 ore (54%) e voli cancellati in aeroporto o a meno di 14 giorni dalla data di partenza (42%). Non superano il 4%, invece, altri disservizi come overbooking e bagagli danneggiati o dispersi.

Leggi anche: Ahi, ahi, ahi…guasti informatici, incendi e maltempo rendono difficile volare

Le compagnie con più disservizi

La compagnia aerea che ha prodotto il maggior numero di disservizi nel 2022, in Italia, è stata Wizzair. Il problema più frequente è stato quello della cancellazione dei voli, riscontrato su 662 tratte su 1.276 (51,88%). I voli in ritardo hanno raggiunto quota 576, pari al 45,14%, 38 sul totale i disagi ai bagagli e overbooking (2,98%).

Ryanair è invece la compagnia che cancella meno, ma che effettua il maggior numero di ritardi: nel 2022 si sono registrati su 908 dei 1.093 voli lavorabili, pari a una percentuale dell’83,07%. Al terzo posto dell’infausta classifica si piazza Easyjet, con una percentuale di 65,58% di voli cancellati e ritardi del 33,06%.

Bisogna tuttavia considerare che il numero dei disservizi prodotti da Wizzair e Ryanair – che assieme prendono il 50% dell’intero mercato dei disservizi aerei in Italia – è proporzionale al numero di passeggeri trasportati nel 2022, con picchi giornalieri che hanno superato anche le 3.000 rotte aeree giornaliere.

Gli aeroporti con più disservizi

L’aeroporto italiano che, nel corso del 2022, ha registrato il maggior numero di disservizi è quello di Milano Malpensa (il secondo del Paese per numero di passeggeri in transito). 950 i disservizi riscontrati, con 473 voli in ritardo e 445 cancellazioni. Le compagnie che hanno riportato il maggior numero di problematiche sono Wizzair (358), Easyjet (203) e Ryanair (158).

Segue lo scalo aeroportuale di Fiumicino, quello che ospita il maggior numero di passeggeri in Italia. Nel 2022, sono stati 607 i disservizi registrati, causati da Wizzair (231), Ryanair (135) e Ita Airways (60). I voli in ritardo sono stati 328, quelli cancellati 236, mentre 47 sono stati i problemi di overbooking e relativi ai bagagli.

Seguono, seppur il numero di passeggeri in transito sia meno della metà rispetto i primi due scali in classifica, gli aeroporti di Catania e Napoli. Lo scalo siciliano ha registrano 418 disservizi rimborsabili, quello campano 402. In entrambi gli scali, i voli ritardo superano leggermente quelli cancellati.

Leggi anche: Quali sono i peggiori aeroporti dell’inverno 2023?

Le tratte con maggiori disservizi

Sono le tratte che collegano l’aeroporto di Malpensa alla Sicilia quelle maggiormente colpite da disservizi. L’itinerario più problematico è quello Malpensa – Catania, con 32 problematiche riscontrate nel 2022. Problemi anche sulla tratta inversa, Catania – Malpensa, con 31 disservizi registrati. 30, infine, sono stati i disservizi sulla tratta Milano – Palermo. In tutti i casi, i voli cancellati superano i ritardi e la compagnia maggiormente coinvolta è Wizzair.

Per quel che riguarda le tratte con destinazioni estere, invece, quella che ha riscontrato il maggior numero di disservizi è la Milano Malpensa – Londra Gatwick, con 12 voli con ritardo superiore alle 3 ore e 7 voli cancellati.

I disservizi dell’estate 2023. Buone notizie da Aeroitalia

In attesa del report annuale relativo all’anno ancora in corso, riportiamo di seguito le compagnie aeree che, secondo i dati di ItaliaRimborso, nei mesi di luglio e agosto 2023, hanno registrato il maggior numero di disservizi in Italia, con un ottimo risultato da parte di Aeroitalia.

  1. Wizzair – 30,94%
  2. Ryanair – 28,05%
  3. Easyjet – 18,23%
  4. Ita Airways – 11,57%
  5. Volotea – 3,78%
  6. Neos – 1,89%
  7. Vueling – 1,76%
  8. Dat – 1,76%
  9. Transavia – 1,51%
  10. Aeroitalia – 0,50%

Si nota dunque come siano le compagnie low cost a effettuare il 77% dei disservizi sul totale. Crescono i ritardi, pari al 67,5% dei disservizi – percentuale che non superano il 54% nel 2022. Diminuiscono al contrario le cancellazioni, che rappresentano il 32,5% dei problemi negli ultimi due mesi, contro il 43,7% dello scorso anno.

Leggi anche: Volare a basso costo si può (e a volte si deve): le low cost operative in Italia

***

CONTINUA A LEGGERE SU BUSINESSMOBILITY.TRAVEL

Per non perderti davvero nulla seguici anche su LinkedIn, Instagram e TikTok

Abbiamo parlato di:

Resta sempre aggiornato

Con la nostra newsletter ricevi anteprime, notizie e approfondimenti dal mondo del Business Travel.

Condividi:

Ultime news